Recensione Cop Car

Cop car, thriller statunitense del 2015 diretto da Jon Watts (il regista di Clown, film horror del 2014 da molti ritenuto una boiata, e del prossimo Spider-Man previsto per il 2017), mi ha piacevolmente sorpreso perché non è affatto male.

Due ragazzini di dieci anni, mentre se ne vanno a spasso tra l’erba alta della campagna americana, scoprono un’auto della polizia apparentemente abbandonata. Sfidando la paura si intrufolano sul mezzo, scovano il nascondiglio delle chiavi, lo mettono in moto e vanno a farsi un giro. L’auto appartiene al corrotto sceriffo locale, interpretato da un bravissimo Kevin Bacon, che si era allontanato per gettare un cadavere all’interno di un pozzo poco distante. Nel bagagliaio, oltre agli indumenti sporchi e alle armi usati per commettere il crimine, si trova ancora il corpo senza vita di un secondo uomo. Lo sceriffo dovrà dare la caccia ai due ragazzini senza far sapere ai suoi colleghi del furto della propria auto, cercando di agire nel modo più discreto possibile per non dare troppo nell’occhio. In questa terra desolata, dove sull’unica strada asfaltata che taglia i campi non passa quasi mai nessuno, ai bambini basta usare l’immaginazione per trasformare ogni cosa in un gioco. Quando dal nulla sbuca la macchina dello sceriffo, per i due ingenui e sprovveduti ragazzini, rappresenta la possibilità di vivere una vera e propria avventura, come quelle viste in televisione. Guidare a tutta velocità con le sirene accese, indossare i giubbotti antiproiettile e giocare con delle vere armi da fuoco, è un’emozione indescrivibile.

cop_car_poster

Una storia che racconta solo il qui e ora senza avere bisogno, per essere credibile, di complicate spiegazioni legate al passato dei protagonisti. Non verrà detto nulla sui criminali nascosti nel bagagliaio, sulla vita privata della sceriffo e sulla famiglia dei due ragazzini. L’unica cosa davvero importante, su cui vale la pena concentrarsi, è questa grande avventura, vissuta con leggerezza e senza la minima consapevolezza del rischio che si sta correndo, che a solo a dieci anni si può provare. Tra gli immensi campi che sembrano estendersi all’infinito e dove anche il suono assordante di un colpo di pistola sembra perdersi nel nulla, Watts intesse una trama fatta di attese continue capace di emozionare e tenerti con il fiato sospeso (nella scena in cui Kevin Bacon si toglie i lacci dalle scarpe per costruirsi un gancio da utilizzare per aprire la portiera di un auto, oltre a ricordarmi il buon vecchio MacGyver, mi ha fatto stare letteralmente in apnea!). Non mancano scene in cui si sorride provando molta tenerezza per i due piccoli protagonisti che, non comprendendo la gravità della situazione in cui si sono cacciati, vivono il tutto come fosse un gioco sfiorando invece la tragedia. Lo sceriffo, corrotto e spietato, regala veri e propri momenti comici, muovendosi in modo estremamente goffo e giocandosi tutte le carte possibili pur di recuperare la sua auto. Cop car in alcuni momenti mi ha ricordato Stand by me.

Purtroppo il film non è ancora uscito nelle sale italiane e temo proprio che, nonostante la straordinaria interpretazione di Kevin Bacon, difficilmente possa avere una distribuzione nei nostri cinema. Questo è davvero un peccato perché Cop car è davvero un buon film, ben girato e con ottimi interpreti (bambini compresi).

copcar

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Bello ma, Film mai usciti in Italia, tutti i film e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...