Predestination

Predestination, film scritto e diretto dai fratelli Michael e Peter Spierig con protagonista Ethan Hawke, è l’adattamento cinematografico del racconto breve Tutti i miei fantasmi (pubblicato anche con il titolo Tutti voi zombie) di Robert A. Heinlein. Non conosco il libro e, questo nuovo thriller fantascientifico, l’avrei sicuramente ignorato se non avessi letto i commenti di chi, dopo averlo visto, lo ha definito intricato, complicatissimo e con un finale a dir poco sorprendente. Con queste premesse non potevo di certo perdermi il film che stava facendo impazzire il web, avere una mia opinione al riguardo e, ammetto, vedermi Ethan Hawke – per il quale ho sempre avuto un debole fin dai tempi di Giovani, carini e disoccupati – non mi dispiaceva affatto! Purtroppo Predestination mi ha delusa parecchio soprattutto perché sono arrivata a capire, quello che doveva essere il grande colpo di scena finale, un bel po’ prima che venisse spiegato. Io non è che sia dotata uno spiccato intuito alla Sherlock Holmes o di una particolare intelligenza sopra alla norma (anzi di solito non capisco mai un tubo… ho solo avuto un colpo di genio nel lontano 2001 con The Others di Alejandro Amenábar poi più niente!) ma, grazie ai troppi indizi concessi, in particolare nella prima parte, basta un po’ di attenzione e una mente allenata alla visione di tanti film, affinché certi giochetti narrativi ormai non funzionino più.

Predestination-locandina predestination_poster_ita

Una bomba sta per esplodere in un luogo ben preciso e soprattutto in un determinato punto nel tempo. Un agente della polizia, attraverso svariati viaggi temporali, cerca di impedire l’esplosione che causerà numerose vittime. In un bar, un barista annoiato ascolta la storia di un giovane uomo seduto al bancone che ha qualcosa di straordinario da raccontare. Predestination è pensato come un rompicapo, un gioco di logica di quelli che chiedono un grande sforzo sfruttando la capacità del cinema di confondere grazie ad ombre, cappelli abbassati sul volto e virtuosismi nel montaggio. Nonostante il desiderio di ingannare e giocare a nascondino con il pubblico, il film svela troppo e subito, la verità viene a galla l’effetto sorpresa è ben presto rovinato! C’è forse troppa ambizione nel voler portare sullo schermo una storia complicata, che necessita di una architettura solida fatta di veri e propri piccoli colpi di scena, in grado però di mantenere segreto il gran finale. Il risultato non è un brutto film ed è da apprezzare la coerenza e la credibilità data a personaggi e vicende assurde, ma la sensazione è quella di un’occasione sprecata perché non c’è niente di peggio, soprattutto in un thriller, di capire in anticipo quello che dovrebbe sorprenderti. Forse il racconto di Heinlein, tra le mani di un’altro regista, magari Christopher Nolan (e tenete ben presente che io lo detesto!) avrebbe avuto una resa migliore, probabilmente ci saremmo dovuti sorbire il pippone sull’amore che aggiusta tutto (eh si… sto citando proprio Interstellar!) ma il finale sarebbe stato una bomba!

1401x788-predestination

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fantascienza, Film così così, Film suddivisi per genere, tutti i film e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...